chi siamo

CHI SIAMO, NELL’INTERVISTA SU VACANZELANDIA.COM

La scorsa settimana vi abbiamo annunciato l’inizio della nostra collaborazione con il portale Vacanzelandia.com  in questo post.
Marzia e Lorenzo, i gestori del portale, ci hanno intervistati per farci conoscere meglio:
10 domande a Greta e Davide, fondatori del BLOG quaelaincamper.it, giovani camperisti che viaggiano con “amici pelosi”

Abbiamo presentato l’equipaggio del BLOG di quaelaincamper.it i primi di giugno (clicca QUI se non hai letto l’articolo precedente), sono entrati a far parte della famiglia di Vacanzelandia e collaboreranno attivamente con noi.

Qualche domanda per conoscerli meglio sia come giovani camperisti che viaggiatori con due cani al seguito:

D. “Sul qui e sul qua l’accento non va” e voi invece simpaticamente avete scelto di metterlo sul QUA del nome del vostro blog. Come vi è venuta l’idea di questo nome e la scelta di libertà letteraria?

R. L’idea nasce da una sensazione che abbiamo avuto dalla prima volta che siamo saliti sul camper e che ci teniamo a rimarcare e a passare a chi ci legge, quella di sentirci in vacanza appena accendiamo il camper. Come abbiamo scritto anche nella presentazione “Sogniamo paesi lontani, ma crediamo che il viaggio possa essere anche a pochi chilometri da casa”.
Questo è il nostro spirito: sogniamo di andare ma spesso si trovano luoghi meravigliosi anche QUÀ

D. Da quanti anni siete camperisti?

R. Davide da 4 anni, Greta da 2 anni.

D. E il blog  quaelaincamper.it da quanto tempo esiste?

R. Scrivere un blog era un’idea che ci girava nella testa da tempo ed è diventata realtà nell’Ottobre 2016

D. Prima del camper avevate avuto altre esperienze nel settore del turismo all’aria aperta, ovvero con tenda o caravan? Oppure il camper è la prima esperienza en plein air per entrambi?

R. Io Davide ho solo e sempre viaggiato in tenda, ovunque andassi. Io Greta invece ho scoperto il turismo plein air in tenda insieme a Davide, poco prima del primo viaggio in camper. E ho capito subito che faceva per me!

D. Il camper è un investimento economico di una certa importanza, considerando la vostra giovane età, che scelte avete fatto per averlo?

R. Si, acquistare e mantenere un camper non è sicuramente un investimento da poco, ma abbiamo sempre pensato che non lo è nemmeno una macchina per persone ‘normali’ come noi che vivono solamente del proprio stipendio che non raggiunge grandi cifre e pagano un mutuo per una casa ( Davide è un operatore socio sanitario, Greta un’ educatrice). Oggi il mercato del camper offre un’infinità di mezzi usati molto validi e di qualunque modello e cifra, molti dei quali arrivano a costare quanto una macchina nuova o addirittura meno.

Partendo da questo ragionamento abbiamo pensato che in fondo la macchina ci serviva solo per andare a lavorare e per il tempo libero, quindi perché spendere cifre alte per un mezzo che non avremmo usato per altri spostamenti (per esempio per viaggiare).

Per questo non ci serve una macchina nuova ma bastano le nostre macchine acquistate molti anni fa. Abbiamo quindi deciso di rinunciare all’acquisto di una macchina nuova e di investire i soldi in un SOGNO chiamato CAMPER. che ci ha dato e sta dando molto in termini di benefici, scoperta e viaggi.
Oltre a questo cerchiamo di stare attenti alle spese anche su altri fronti, per esempio rinunciando a qualche cena fuori e preparando il più possibile con le nostre mani, poi il fai da te permette di risparmiare molti soldi.

Su questo argomento vorremmo tornare per fare delle riflessioni più approfondite, perché molto spesso ci sentiamo dire da molti ragazzi e ragazze che l’acquisto di un camper è solamente un’utopia. Al contrario noi crediamo che sia un sogno che si può e si deve realizzare, anche se con dei sacrifici. Secondo noi il gioco vale la candela ed è possibile.

D. Parliamo del vostro mezzo, raccontateci che tipo di camper avete e perché avete scelto questo.

R. Noi abbiamo un Miller new Jersey 1.9 su Ducato del 2001, la scelta è ricaduta principalmente sulla funzionalità e le caratteristiche che cercavamo: un mezzo compatto per viaggiare in maniera agile e per arrivare quasi ovunque, ma allo stesso tempo comodo per dormire e con una buona abitabilità. Questo modello le racchiudeva tutte con i suoi 578 cm di lunghezza, una mansarda comoda e la doccia separata. All’inizio leggendo varie recensioni eravamo un po’ scettici per come veniva descritto il mezzo, dalla bassa cilindrata al fallimento del ramo aziendale della Mobilvetta che l’aveva prodotto.

In realtà dopo un’attenta valutazione e visione del mezzo non abbiamo avuti dubbi ed è diventato nostro. Dobbiamo dire che non ci siamo pentiti perché il mezzo ha dimostrato affidabilità completa, siamo riusciti ad andare ovunque dal mare, alle salite più impegnative fino a piccolissimi borghi soddisfando tutte le nostre richieste.

D. Il vostro BLOG è ben curato, sia nei testi che nelle immagini, ma anche i canali social sono gestiti bene, siete in due e quindi raccontateci chi fa e che cosa?

R. Abbiamo pensato ad una equa divisione dei compiti: Greta è la mente, la mano che scrive e la fotografa ufficiale, Davide gestisce il sito, i canali social e prepara gli itinerari. Nell’equipaggio ci sono anche Paco e Mela, i nostri fedeli amici a 4 Zampe che ci hanno fatto scoprire, costruendo itinerari adatti anche a loro molti angoli nascosti che altrimenti non avremmo visto.

D. Per i vostri viaggi in camper che tipo di mete scegliete?

R. Non abbiamo una tipologia precisa di viaggio, ci piace il mare quanto la montagna, così come i borghi e le città. Scegliamo gli itinerari in base delle nostre curiosità o alle cose che leggiamo sui libri o in rete. Facciamo dagli itinerari classici, agli itinerari un po’ meno battuti, ma tendenzialmente cerchiamo di scoprire sempre mete e luoghi nascosti.

D. Nell’equipaggio di QUA’ e LA’ in camper, ci sono anche Mela e Paco, amano viaggiare in camper? È stata una scelta giusta il camper per poter gestire di viaggiare con loro?

R. Mela e Paco sono una componente fondamentale dei nostri viaggi. Entrambi si trovano molto bene in camper, hanno individuato i loro spazi e hanno imparato ad adattarsi ai continui spostamenti. Sicuramente questa tipologia di viaggio ci permette di condividere il maggior numero di momenti con loro e questo è uno dei motivi per cui amiamo il camper. Siamo convinti che per chi, come noi, non vuole lasciare a casa i suoi amici a 4 zampe il camper rappresenti un’ottima soluzione, dato che ancora oggi non sono tantissime le strutture che li accettano.

D. Un’ultima cosa, prossimi viaggi?

R. Come ogni anno ci dedicheremo una settimana di relax al mare. Partiremo fra qualche giorno, destinazione Argentario. Sole, mare, libri e buon cibo. Poi a Settembre ci attende un progetto molto importante: il nostro matrimonio e il viaggio di nozze attraverso il Madagascar (per cui abbiamo dovuto per forza di cose rinunciare al camper!). In questo periodo ci dedicheremo a un’altra idea che avevamo in mente da tempo, la scoperta di luoghi nascosti e poco conosciuti nel nostro territorio e intorno a Milano.
Appena tornati dal Madagascar inizieremo a pianificare i futuri viaggi.

Qui l’intervista pubblicata su Vacanzelandia.com con alcuni scatti scelti da Marzia e Lorenzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *