QUA E LA' NEL WEEKEND · TOSCANA · Viaggi in Italia

SAN GALGANO E "LA SPADA NELLA ROCCIA"

Durante il nostro itinerario in Toscana, girovagando alla ricerca di scorci nascosti e suggestivi di questa zona d’Italia, ci siamo imbattuti in due luoghi particolarmente affascinanti: l’Abbazia di San Galgano e l’Eremo di Montesiepi.

Queste due perle di rara bellezza si trovano a circa 30 km da Siena e meritano sicuramente una deviazione!
Luoghi legati a racconti e leggende che parlano di epoche lontane, di imprese eroiche e di magia.

abbazia_sangalgano
chiusdino_sangalgano
L’Abbazia cistercense di San Galgano, che sorge a poca distanza dalla Rotonda di Montesiepi, fu costruita a partire dal 1218.

Carestie e peste sconvolsero la vita dei monaci, che progressivamente abbandonarono il luogo di culto.
Nel 1768, ormai in un momento di decadenza, il tetto dell’abbazia crollò, lasciando le sole mura verticali.
E’ proprio questa la particolarità che rende l’Abbazia di San Galgano un luogo fuori dal tempo, in grado di trasmettere un’atmosfera magica e indimenticabile

Anche a distanza di anni, possiamo affermare con certezza che questo è stato uno dei luoghi più affascinanti che abbiamo visitato!
Trovarsi fra le sue mura con lo sguardo verso il cielo è un’emozione unica e si ha la sensazione di essere così piccoli ma anche parte di qualcosa di estremamente grande.
L’immaginazione vola e sembra davvero di trovarsi in un’epoca lontana, tra cavalieri e dame.
abbazia_chiusdino
san_galgano
chiusdino_abbazia
chiusdino_camper
sangalgano_chiusdino
Ma le sorprese non sono finite qui…
A duecento metri di distanza sorge il piccolo Eremo o Rotonda di Montesiepi, dalla struttura di forma circolare e di origine ancora più antica.
Al suo interno viene custodita la spada di ferro di San Galgano, conficcata nella roccia e protetta da una teca.

Una vera e propria “spada nella roccia”, che nulla ha da invidiare a quella tanto decantata nei racconti della saga di Re Artù.
Alcuni narrano addirittura che la Rotonda custodisca il Sacro Graal.
Non sorprende che a questi luoghi, intrisi di mistero e di magia, sia legato un gran numero di leggende e racconti tramandati nel corso dei secoli.
rotonda_montesiepi
montesiepi_eremo
eremo_montesiepi
Si narra che Galgano Guidotti da Chiusdino, giovane nobile cavaliere con una vita dissoluta e viziata, a 32 anni ricevette in sogno l’ordine di costruire una rotonda sul Montesiepi e di ritirarsi per una vita da eremita come servo del signore.

Dopo questi sogni, nel dicembre del 1180 il suo cavallo si imbazzirì e lo condusse fino a Montesiepi, per assolvere il suo compito.
E’ in questo luogo che Galgano Guidotti compì un forte gesto di conversione, riuscendo a conficcare la sua spada in ferro in una roccia, a formare una croce con l’elsa della spada.
Trasportati dalle suggestioni di queste leggende, vi consigliamo di visitare questi luoghi magici, dove la storia si intreccia con il mito.

In pratica: a 300 metri c’è un parcheggio con una zona adibita ai camper (43.15283, 11.51137). È una vera e propria area sosta comunale con tanto di colonnine della corrente anche se purtroppo è in disuso e i servizi non funzionano. Illuminato e tranquillo per passare la notte.
Greta & Davide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *